MENU
it
fr
en

IL NOSTRO AMBASCIATORE JEAN-LUC VAN HEEDE 

- Skipper professionista e recordman del Global Challenge -
www.vdh.fr


Ritratto di un uomo
senza limiti

Uomo che vive di sfide, Jean-Luc Van Den Heede ha dedicato la sua vita al mare. Marinaio nello spirito, ha trasformato la sua passione in professione ed è diventato uno skipper. 

Appassionato di regate e poi recordman del Global Challenge, VDH è salito sui podi delle gare veliche più prestigiose. Proprietario di 18 imbarcazioni, a 72 anni VDH permane un protagonista del giro del mondo in solitario, con una passione immutata per le avventure marittime e umane.

Tutti quelli che lo conoscono (marinai, amici, partner…), lo descrivono come una persona particolarmente affabile e aperta. Nato ad Amiens un mese dopo la capitolazione tedesca, l’8 giugno 1945, può affermare con orgoglio di “essere nato nella stessa città di Jules Verne”. È forse questa caratteristica che ha fatto nascere la sua passione per i viaggi. Memoria selettiva o storia incredibilmente bella, nei suoi ricordi il suo primo regalo fu una barca. Jules Verne, una barca… ecco alcuni elementi che hanno spinto il nostro uomo verso nuovi orizzonti: il mare.

Ed eccolo oggi mentre si prepara per la Golden Race, una gara velica attorno al mondo all’antica, con mezzi identici a quelli utilizzati dai pionieri 50 anni or sono. Un ritorno alle origini che VDH, uno dei marinai più esperti del mondo, non avrebbe perso per niente al mondo.


Il suo percorso: un palmares che dà le vertigini

I progetti si susseguono, tra grandi regate in alto mare e avventure su tutti gli oceani del mondo. 

Quello che ama sono la novità, l'eterno cambiamento. VDH è uno dei pionieri dello sviluppo delle regate in solitaria. 

La sua prima gara velica importante fu a bordo di un Muscadet, in occasione della prima Mini-Transat, nel 1977. Visto che la regata fu rivelatrice e confermò la sua vocazione, decise allora di partecipare ad altre gare di vela. 

Prende così parte alla seconda Mini-Transat, finendo al secondo posto, nel 1979. L’avventuriero partecipa poi al secondo BOC Challenge e in seguito alle prime due edizioni del Vendée Globe. Finirà al 3° posto nel 1990 e al 2° posto nel 1993. Uomo che vive di sfide, Jean Luc Van Den Heede ha doppiato 10 volte Capo Horn ed ha effettuato 5 volte il giro del mondo in solitario. Dopo aver partecipato a numerose regate transatlantiche e aver fatto segnare il record del giro del mondo al contrario, stabilito nel 2004, VDH punta oggi al record ufficiale della traversata della Manica (il “Channel Record Trophy”), sapendo che ne detiene già il record ufficioso. 

Avendo navigato su 18 imbarcazioni diverse come regatante e poi come skipper durante numerose gare veliche in alto mare, in solitario o con equipaggio, VDH ha acquisito un’esperienza unica. Lionel, il suo amico marinaio più stretto che ne condivide i valori di “lupo di mare”, ha abbandonato l’idea di partecipare alla Golden Race ed ha quindi affiancato Jean-Luc preparando questa gara velica all’antica. Riunire due cervelli su questo progetto straordinario valorizza l’esperienza di entrambi.

Collaudatore dei nostri prodotti sul Global Challenge 2018

Munito di una cappotta di tuga blu installata sul suo Rustler 36 (11 m), Jean-Luc potrà comunicarci un feedback tecnico durante la gara. La partenza di questa gara velica sarà data il 1° luglio 2018 da Les Sables d’Olonne.

Conoscete il Global Challenge?

La gara consiste nel battere il record del giro del mondo alla vela, in solitario e senza scali, da Est verso Ovest.

Si tratta, quindi, di un giro del mondo “al contrario”, vale a dire contro i venti dominanti lungo gran parte del percorso (discesa dell’Atlantico, passaggio di Capo Horn, dell’Australia, del Capo di Buona Speranza a Sud dell’Africa e risalita dell’Atlantico).
In effetti, le grandi regate classiche (Vendée Globe, Trofeo Jules Verne, Boc Challenge, Volvo Race, ecc.) si praticano tutte nell’altro senso, da Ovest verso Est (discesa dell’Atlantico, passaggio del Capo di Buona Speranza, dell’Australia, di Capo Horn e risalita dell’Atlantico), seguendo la direzione dei venti dominanti.

Dopo due primi tentativi a bordo di Adrien, entrambi abbandonati per problemi tecnici, Jean-Luc Van Den Heede è riuscito a battere ampiamente il record precedente, detenuto da Philippe Monnet.  
> Nuovo record da battere: 122 giorni, 14 ore, 3 minuti e 49 secondi.

© foto di Robert Le Gall

40 anni di Esperienza
Precursore e progettista
di Cappotte e Bimini Top
100 % Produzione
francese
500 Novità all'anno
6500 Articoli